Frasi sull’heavy metal

Al momento stai visualizzando Frasi sull’heavy metal

L’heavy metal è un genere che si è diffuso negli anni Settanta e che ha raggiunto il picco di popolarità negli Ottanta. È una musica dura ed estrema, che affonda le radici nell’hard rock dei Deep Purple, dei Led Zeppelin e delle altre band che tra i Sessanta e i Settanta estremizzarono la violenza del suono.

I Black Sabbath, in quegli anni, furono essenziali per la definizione del linguaggio metal. Per alcuni sono i primi e più grandi esponenti di questo genere. Va però detto che nei Sabbath persiste l’influenza blues, che tenderà a scomparire negli anni.

I Motörhead, gli Iron Maiden, i Metallica sono alcune delle icone di questa musica pesante. Fatta di epica, di male, di resistenza al male, di chitarre e di bassi distorti, di voci violente, di disagi metropolitani, di atmosfere oscure.

Rispetto al punk, più asciutto, rozzo, che è l’altra musica dura di un decennio duro come i Settanta, nel metal ci sono in genere più tecnica, elaborazione, riff. Ma non sempre il confine che separa questi due linguaggi è chiaro. Da qui le inevitabili mescolanze.

Ho scelto alcune frasi che ci parlano, più o meno direttamente, dell’heavy metal e in generale del rock più aggressivo.

Frasi sull’heavy metal

Finché ci saranno ragazzi che avranno bisogno di sfogare la loro rabbia, l’heavy metal sopravviverà.

Ozzy Osbourne

Se la musica è troppo alta, tu sei troppo vecchio.

Ozzy Osbourne

Mi piace la puzza di ascelle al mattino. Sa come di vittoria.

Ozzy Osbourne

Non abbiamo un piano. I Motörhead non hanno mai un piano!

Lemmy

La vita non è sicura. Il tuo lavoro non è sicuro. Quando esci di casa, non è sicuro. Ecco perché bisogna godersi il momento.

Lemmy

Se vuoi fare la fottuta rockstar, falla. La gente non vuole vedere sul palco il proprio vicino di casa. Vuole vedere un essere da un altro pianeta.

Lemmy

Quando sono arrivato a Los Angeles, nell’88, mi sono messo subito a battere i santuari del metal, a partire dai martedì della Cathouse: ci trovavi tutti, dai Poison, ai Mötley Crüe, ai Guns N’ Roses; ci potevi scambiare quattro chiacchiere con Slash, o con quel tipo dei Cult; al bar bevevi una cosa con Tommy Lee, e poi c’era un mare delle più belle ragazze che avessi mai visto: porca miseria, era il fottuto paradiso del rock!

Chad Smith

È un miracolo esserne usciti vivi.

Robert Plant