Dieci frasi di Milan Kundera

Al momento stai visualizzando Dieci frasi di Milan Kundera

Milan Kundera nacque nel ’29 a Brno, oggi città della Repubblica Ceca. È romanziere, poeta, saggista. Entrato in collisione con il comunismo durante i giorni tragici della Primavera di Praga, dal ’75 vive in Francia. Tra i suoi romanzi ricordiamo, tutti degli anni Novanta, L’immortalità, La lentezza, L’identità. In particolare, L’insostenibile leggerezza dell’essere (1984) gli diede fama mondiale. Kundera con le sue storie ha scavato nell’esistenza, portando alla luce frammenti di verità.

Uno degli aspetti più affascinanti della sua biografia è il suo ritiro incondizionato dalla vita pubblica. Non appare in televisione, non rilascia interviste e non si fa fotografare dalla metà degli anni Ottanta. Lascia che a parlare siano le sue opere, i suoi frammenti di verità. Proprio questa sua vita appartata ha contribuito alla leggenda della sua figura.

Di seguito propongo una scelte di frasi di Milan Kundera, tratte dalle sue opere. Parole mai banali.

Frasi di Milan Kundera

Chi cerca l’infinito non ha che da chiudere gli occhi.

La gente di solito si rifugia nel futuro per sfuggire alle proprie sofferenze. Traccia una linea immaginaria sulla traiettoria del tempo, al di là della quale le sue sofferenze di oggi cessano di esistere.

Le domande veramente serie sono solo quelle che possono essere formulate da un bambino. Sono domande per le quali non esiste risposta.

Leggi anche le frasi di Kahlil Gibran.

Essere coraggiosi nella solitudine, senza testimoni, senza il premio di un consenso, soli davanti a se stessi, richiede un grande coraggio e una grande forza.

Niente mi disgusta quanto le persone che provano un sentimento di fratellanza perché hanno scoperto, l’una nell’altra, la medesima bassezza. È una fratellanza viscida, alla quale non ambisco.

Milan Kundera.
Foto di ActuaLitté su Flickr (ritagliata), CC BY-SA 2.0.

I bambini sono senza passato ed è questo tutto il mistero dell’innocenza magica del loro sorriso.

Quando parla il cuore non sta bene che la ragione trovi da obiettare.

Che cos’è la civetteria? Si potrebbe dire che è un comportamento che mira a suggerire la possibilità di un’intimità sessuale, senza che questa possibilità appaia mai come certezza.

Chi desidera abbandonare il posto dove vive non è felice.

Io ho un mio personale concetto di dieta: evito rigorosamente tutti i cibi che non mi piacciono.